Emergenza Xylella, Emiliano incontra gli olivicoltori: “Il reimpianto è l’unica risposta”

«Siamo qui a parlare di finanziamenti con gli olivicoltori salentini che in questi anni sono stati pesantemente danneggiati dalla Xylella, nella consapevolezza che ognuno deve fare la propria parte e rispettare gli impegni». Così – riporta l’Ansa – il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, intervenendo questo pomeriggio a Lecce, nella sede della Regione Puglia, all’incontro con una delegazione del Comitato olivicoltori pugliesi per discutere le misure che la Regione Puglia può attuare in tempi brevi per dare un segnale di ripartenza al settore olivicolo salentino.

 

«È chiaro – ha continuato Emiliano – che la speranza per il futuro dell’olivicoltura salentina è il reimpianto, non ci sono al momento altre risposte. Nella zona infetta abbiamo ottenuto a fatica, e grazie ai monitoraggi che abbiamo fatto e alla garanzia che abbiamo dato all’Unione Europea, il diritto di reimpiantare e adesso bisognerà cominciare senza indugi questa grande campagna. Abbiamo delle specie tolleranti o resistenti che ci danno qualche garanzia e perché si cominci a lavorare bisognerà darsi da fare e utilizzare il denaro che abbiamo a disposizione. Siamo venuti qui a parlare di questo”. Secondo Emiliano “è indubbio che uno degli ostacoli è certamente la iperburocrazia, ma molta burocrazia non è di livello regionale. Noi ci auguriamo, con gli incontri che stiamo avendo col Ministro, di ottenere un giusto equilibrio normativo, giacché, ad esempio, c’è un problema anche legato alle autorizzazioni all’espianto da parte delle Sopraintendenze. La Regione ha già quasi demolito tutti i vincoli che riguardano il livello regionale e ci auguriamo che anche il Governo nazionale faccia la stessa cosa”.